Dott. Antonio di Palma

  • facebook
Home » Ansia » Disturbo Ossessivo Compulsivo
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Disturbo Ossessivo Compulsivo

Che cos'è il disturbo ossessivo compulsivo?

Il Disturbo ossessivo compulsivo è caratterizzato dall'irrefrenabile compulsione a mettere in atto comportamenti o pensieri in modo ripetitivo e ritualizzato, sovrastando ogni altra attività dell'individuo. Questo disturbo è altamente invalidante e rientra tra i disturbi dell'ansia.

Le ossessioni: Il soggetto è devastato da idee persistenti, che si impongono alla mente nonostante egli cerchi di opporsi, tanto che è praticamente impossibile riuscire a scacciarle o a modificarle con la logica del ragionamento.

Le compulsioni sono comportamenti ripetitivi messe in atto per ridurre il senso di disagio, l'ansia e la paura provocati dai pensieri e dagli impulsi tipici delle ossessioni. Lavarsi le mani ripetutamente, riordinare, controllare più e più volte se si è chiuso il gas, la macchina, o consistenti in azioni mentali, come il contare, pregare e così via.

Oltre ai classici riti di lavaggio, disinfezione, controllo, ripetizione di formule mentali, contare, ordinare le cose, trattenere le cose, possiamo avere rituali inusuali, fino a sequenze complicatissime di più rituali che devono essere eseguiti rigorosamente.

E' saggio stare attenti a non sporcarsi o lavarsi dopo essersi sporcati, ma è insano lavarsi per ore nel dubbio di aver toccato qualcosa di sporco e dopo essersi lavato a lungo, dubitare ancora di non essersi lavati abbastanza ed essere quindi costretti a lavarsi di nuovo.

Prima di andare a dormire è sicuramente saggio controllare che le porte, i rubinetti, il gas siano chiusi, ma è decisamente assurdo svegliarsi più volte di notte e rincontrollare ogni cosa: "avrò chiuso la porta di casa a chiave?" Nel dubbio sarà bene che vada a controllare, e così torno indietro per accertarmi, e poi di nuovo il dubbio mi assale. Così si trascorrerà la maggior parte del tempo a controllare.

Per evitare il panico, il soggetto si costruisce delle sequenze di azioni riparatorie o propiziatorie, che poi diventano compulsioni inarrestabili. Il vero disturbo diviene, quindi, l'incapacità di interrompere questi rituali. Ciò che doveva proteggere diviene ciò che aggredisce e tortura.

Il più delle volte le persone dichiarano di essere consapevoli dell'assurdità di tutto ciò, ma i loro sforzi di limitare questi rituali falliscono.

È importante per una persona che soffre di un disturbo ossessivo-compulsivo intraprendere una terapia psicologica e mettersi alla ricerca di un bravo psicoterapeuta esperto nella cura di questo disturbo. Oggi per fortuna esistono dei protocolli terapeutici scientificamente convalidati ed efficaci nella cura del disturbo ossessivo compulsivo.

Gentile lettore/lettrice se sei interessato ad avere maggiori informazioni o chiedere un supporto su questa problematica può chiamare al 3470716419 o, cliccare su contatti, ricevo su appuntamento a Ciampino, via Fratelli wright, Roma, zona Castro Pretorio

Dove Siamo