Dott. Antonio di Palma

  • facebook
Home » Dipendenze
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Dipendenze

Se ogni uomo avesse un complesso definito di regole di condotta secondo cui regolare la propria esistenza, non sarebbe meglio di una macchina? Ma non esistono tali regole, e dunque gli uomini non possono essere macchine (A. Turing).

La dipendenza è un fenomeno molto complesso che stravolge totalmente la vita di una persona, esprimendosi sul piano comportamentale nella continua ricerca della sostanza psicoattiva (eroina, cocaina, alcol…) o nella reiterazione compulsiva di uno specifico comportamento (gioco d'azzardo, shopping, sostanze psicoattive, sessualità, e via dicendo); a livello psicologico nell'essere totalmente assorbiti dall'oggetto della dipendenza.

Perché si diventa dipendenti? Quali meccanismi possono trasformare una comune abitudine in una schiavitù, dominata dalla coatta ricerca del piacere dato dall'oggetto della propria dipendenza?

Cosa fa sì che un qualsiasi oggetto o comportamento possa diventare il centro della vita di una persona, portandola ad escludere qualunque altra attività, a danneggiare se stessa o gli altri fisicamente, mentalmente o socialmente?

Cosa accade nell'incontro con quel particolare comportamento, sostanza, oggetto che lo rende esclusivo, determinando la futura dipendenza? La dipendenza è un processo che si innesca quando una persona, nel contatto con un particolare oggetto, si sperimenta in modo diverso e legge tale ristrutturazione del sé come positiva e più funzionale.

La dipendenza può essere considerata come la risposta ad una fase critica della vita di una persona, incapace in quel momento di utilizzare adeguatamente le proprie risorse. Ogni dipendenza ha come sfondo, un disagio, una difficoltà personale, il più delle volte, mantenuta e aggravata, proprio dall'incontro con la sostanza o, con un determinato comportamento.

Questa condizione clinica (dipendenza) si ripercuote sull'intero funzionamento della vita della persona, causando una condizione di sofferenza o disagio psicologico (relazionale, affettiva, familiare, professionale e sociale) e somatica.

E' difficile individuare il confine tra normalità e patologia di un disturbo comportamentale: come si fa
a stabilire chi usa troppo il computer, chi compie acquisti in maniera compulsava, chi gioca troppo
d'azzardo, chi pensa e mette in atto il sesso in modo patologico?

In realtà, sono le stesse persone a rendersi conto che il loro comportamento è fuori controllo, perché si rendono conto, gradualmente, di aver perso il controllo della propria vita e di non riuscire più a dominarla.

Ogni storia di dipendenza ha degli aspetti unici, che considero e rispetto, ma il funzionamento psicologico generale che trascina un individuo verso la dipendenza è lo stesso, sia che si tratti di una dipendenza da sostanza o, che si dipenda da un'attività o da un comportamento (dipendenze comportamentali).

Il trattamento delle dipendenze

Trattare una dipendenza significa aiutare l'individuo a interrompere l'assunzione della sostanza o del comportamento evitando che si verifichino ricadute, e a recuperare il proprio ruolo in famiglia, sul lavoro o nella società.

L'ipnosi e la PNL possono rappresentare due validi strumenti per vincere la dipendenza. Nel trattamento della dipendenza, l'ipnosi ha la finalità di alterare l'immagine di sè. Lo psicoterapeuta, durante lo stato ipnotico, suggerisce al soggetto di sperimentare se stesso senza più il bisogno di dipendere da determinati comportamenti.

Gentile visitatore visitatrice, se desidera avere maggiori informazioni sulla dipendenza può chiamare al 3470716419 o cliccare su contatti, ricevo su appuntamento a Roma, zona Castro Pretorio, Ciampino, via Fratelli Wright.

Craving

Craving

Per Craving si intende il desiderio irrefrenabile di assumere una sostanza o l'urgenza di bere.....

> Leggi di più

Dove Siamo

Roma
Ciampino