Dott. Antonio di Palma

Home » Perversioni sessuali » Masochismo sessuale » L'ipossifilia che cos'è?
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

L'ipossifilia che cos'è?

Asfissia autoerotica

Esiste un'ampia gamma di modalità per incrementare il piacere sessuale, alcune più o meno accettate socialmente, altre più o meno pericolose. Fra le meno accettate socialmente e le più pericolose vi è senza dubbio l' ipossifilia.

Nell'asfissia autoerotica il soggetto si provoca la deprivazione comprimendo il collo tramite un cappio, una legatura, un sacchetto di plastica, una maschera, una sostanza chimica, oppure attraverso la compressione del petto lasciandosi la possibilità di evitare il soffocamento prima di perdere i sensi.

L'ipossifilia può portare alla morte per l'incapacità di utilizzare i sistemi di protezione, o per l' errata disposizione della legatura o del cappio.

L'ipossifilia, oltre alla morte per asfissia o arresto cardiaco, può procurare danni cerebrali, danni ai vasi sanguigni del collo, rottura della trachea, frattura della laringe ed ictus cerebrale.

La pratica dell'ipossifilia, col tempo, porta all'assuefazione, ciò significa che per provare un piacere intenso è necessario aumentarne la pericolosità, in questo modo aumenta anche il rischio di morte.

Gentile visitatore se desidera avere maggiori informazioni o chiedere un consulto può chiamare al 3470716419 o, cliccare su contatti, ricevo sia a Roma che Ciampino.

Chiedi informazioni Stampa la pagina

Dove Siamo