Dott. Antonio di Palma

Home » Perversioni sessuali » Parafilie minori » Necrofilia
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Necrofilia

La necrofilia, per quanto ne sappiamo, è la meno diffusa fra le parafilie, e consiste nel realizzare esclusivamente la soddisfazione sessuale con un cadavere di sesso femminile, ma per alcuni può bastare il corpo morto o agonizzante di un uomo, di un bambino o di una animale, della cui morte non si è responsabili.

La necrofilia può esprimersi con modalità diverse, infatti abbiamo la necrofilia omicida o necromania dove il soggetto uccide per ottenere il corpo, nella necrofilia regolare è necessario l'uso dei cadaveri affinchè il soggetto ottenga un piacere sessuale, ed infine la necrofilia fantastica, dove il soggetto si limita ad immaginare questi atti ma non arriva a compierli.

In definitiva il necrofilo è attratto dai cadaveri e si eccita sessualmente solo e unicamente unendosi carnalmente ad essi, altre volte invece basta la sola vista o la semplice rappresentazione mentale, infatti spesso la sua attività preferita è la masturbazione. In sintesi, davanti al cadavere il necrofilo può toccarlo voluttuosamente, può masturbarsi o giungere all'amplesso.

Per il necrofilo gli animali morti o in agonia, un corpo umano senza vita non sono altro che oggetti feticci paragonabili a uno stivale col tacco, o a una giariettiera.

Alcune varianti della necrofilia sono la la necrofagia che consite nel provare piacere nel nutrirsi di carne di cadaveri, parafilia che si differenzia dall'antropofagia dove la vittima è ancora viva. Nel necrosadismo il soggetto prova piacere nell'infliggere atti sadici sui cadaveri, non importa se siano umani o animali.

Gentile visitatore visitatrice, se desiera avere maggiori informazioni sulla necrofilia può chiamare al 3470716419 o, cliccare su contatti. Ricevo a Roma e Ciampino.

Chiedi informazioni Stampa la pagina

Dove Siamo