Dott. Antonio di Palma

Home » Sessualità » Ansia da prestazione
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Ansia da prestazione

Non sempre quello che desideriamo si realizza.

"Il più grande e potente organo sessuale si trova in mezzo alle orecchie ed è il nostro cervello" (John Money) e non in mezzo alle gambe come erroneamente pensano in tanti.

Che cos'è l'ansia da prestazione? L' ansia da prestazione è definita come l'ossessione di controllare e dimostrare una adeguata prestazione, ed è la causa di molte disfunzioni sessuali come l'eiaculazione precoce e la disfunzione erettile (impotenza) e via dicendo.

Se un uomo ha avuto una casuale defailance durante un rapporto sessuale, può darsi che dal quel momento inizia a volersi mettere alla prova per verificare di non avere qualche problema di impotenza o, di non essere un eiaculatore precoce, e via dicendo.

È proprio questo mettersi alla prova che attiva, ad ogni successivo rapporto sessuale, una quota d'ansia che inevitabilmente interferirà, inibendoli, con i processi neurovegetativi implicati nel comportamento sessuale e realizzando così la profezia che il soggetto stesso temeva di vedere realizzata.

Sicuramente queste tentate soluzioni è frutto di una scelta razionale, logica che fa parte del buon senso o del modo di ragionare delle persone. Ma proprio questo modo di ragionare crea e ingigantisce quello che fino a quel preciso momento era una piccola difficoltà, diventando un problema vero e proprio che coinvolge molti settori del funzionamento della persona.

Noi funzionamo esattamente come il 100 piedi: un giorno una formica incontrò un centopiedi, incuriosita gli domandò: "mi sono sempre chiesta, come fate voi centopiedi a muovere in perfetta sincronia tutte e 100 le gambe insieme".

Il centopiedi rispose: "sai che non ho mai pensato, in realtà non so come faccio, viene da sé".

Detto questo si salutarono e ognuno continuò per la sua strada.

Ormai però il tarlo si era insinuato nella testa del povero centopiedi che iniziò a ragionare su come riuscisse a muovere le gambe. Cercando di controllare coscientemente ciò che prima gli veniva naturale, iniziò ad inciampare sulle proprie zampe, proprio perché erano talmente tante che non riusciva a comandarle una ad una pensandoci.

Lo stesso succede ad ognuno di noi quando cerchiamo di controllare ciò che non è controllabile, con il risultato di perdere completamente il controllo. Nel caso delle disfunzioni sessuali avviene proprio questo meccanismo, col risultato di ottenere proprio quello che si voleva evitare.

Gentile visitatore, è importante sapere che chiunque può incorrere nell'ansia da prestazione, ma è importante anche non drammatizzare, perchè il più delle volte poche sedute possono eliminare il problema.

Per avere più informazioni su questo tema può chiamare al 3470716419 o cliccare su contatti, ricevo a Roma, zona Castro Pretorio, e Ciampino.

Chiedi informazioni Stampa la pagina

Dove Siamo