Dott. Antonio di Palma

Home » Disturbi Specifici dell'Apprendimento » Discalculia Evolutiva » Discalculia Evolutiva come riconoscerla?
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Discalculia Evolutiva come riconoscerla?

LA Discalculia Evolutiva può essere diagnosticata con maggiore facilità durante la terza elementare, perché è proprio in questo periodo che le operazioni di calcolo e di processamento numerico più semplici sono assimilati con un certo automatismo dalla stragrande maggioranza dei bambini.

Nella Discalculia Evolutiva, è importante essere attenti ad alcuni indizi: quasi sempre c'è una intelligenza adeguata e il bambino riesce bene in molte materie scolastiche, ma ha una grossa difficoltà nel memorizzare le tabelline o nell'eseguire semplici operazioni senza l'uso delle dita o, contare all'indietro.

La discalculia evolutiva può essere mascherata anche dall'osservare che il bambino nonostante sia capace di saper scegliere l'operazione necessaria alla risoluzione del problema è estremamente lento nell'eseguire calcoli molto elementari.

Elementi per far pensare alla discalculia possono essere già evidenti durante la seconda elementare, qualora si noti una grossa difficoltà, nel bambino, a numerare all'indietro da 20 a 0, nel leggere e scrivere dei numeri o, nell'eseguire semplici addizioni come 2+2, 3+3 e così via.

Gentile visitatrice visitatore, una diagnosi tardiva può creare più disagi della discalculia stessa, se desidera avere maggiori informazioni può contattarmi ricevo a Roma e Ciampino.

Chiedi informazioni Stampa la pagina

Dove Siamo