Dott. Antonio di Palma

Home » Dipendenze » Dipendenza, vizio o malattia mentale?
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Dipendenza, vizio o malattia mentale?

La dipendenza non è un vizio, non è una malattia mentale.

La dipendenza, di qualsiasi tipo essa sia, è considerata da molti come un vizio o una malattia mentale.

La dipendenza non è altro che la formazione di un processo lento e graduale che ha origine nel momento in cui una persona viene a contatto, inizialmente casualmente, con un particolare oggetto o sostanza, da quel momento si percepisce in maniera diversa e legge tale ristrutturazione del sé come positiva e più funzionale.

Nella dipendenza, il soggetto, si convince dopo aver sperimentato una sostanza o un comportamento: il gioco d'azzardo, lo shopping, internet, l'eroina o la cocaina e via dicendo, di aver trovato, illudendosi, in quel qualcosa e solo in quel qual cosa la risposta fondamentale ai propri bisogni e desideri essenziali che non era possibile soddisfare in altro modo.

A proposito mi viene in mente la storia dell'ubriaco che avendo perso la chiave di casa si mette sotto ad un lampione a cercarla. Quando un passante gli domanda perché non prova a guardare più in là, l'uomo risponde che oltre il lampione non ci vede perché è troppo buio.

Spesso nella vita ci comportiamo come l'ubriaco, siamo convinti di poter raggiungere qualsiasi obiettivo velocemente e con poca fatica cercando in sostanze o comportamenti rimedi miracolosi che non hanno, perchè ci illudiamo di superare velocemente problemi e sofferenze.

Antidepressivi, anoressizzanti, sonniferi, ansiolitici, farmaci per la concentrazione, alcolici, cocaina, e altre sostanze, sono facili da trovare e vengono assunti come se si stesse bevendo un bicchiere d'acqua.

Gentile visitatore visitatrice, se desidera avere maggiori informazioni o chiedere un aiuto può chiamare al 3470716419 o, cliccare su contatti, ricevo a Ciampino e Roma, zona Castro Pretorio.

Chiedi informazioni Stampa la pagina

Dove Siamo