Dott. Antonio di Palma

Home » Ansia » L'ansia anticipatoria
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

L'ansia anticipatoria

La paura della paura

L' ansia anticipatoria la conosce bene chi soffre di attacchi di panico. Consiste nel provare un'ansia eccessiva al sol pensiero di dover affrontare, in un futuro più o meno lontano, alcune situazioni temute (allontanarsi da casa, viaggiare, guidare, restare da solo, andare al cinema, al ristorante, allo stadio, in un centro commerciale, presentare un lavoro a un congresso, e così via).

L'ansia anticipatoria, dunque, viene provata tutte le volte che si devono affrontare situazioni temute o per evitare di avere un altro attacco di panico, sperimentando così la "paura della paura", ovvero il timore di riprovare le sensazioni fisiche interne, percepite come pericolose che precedentemente le hanno tanto spaventate.

Negli attacchi di panico, l'ansia anticipatoria, porta il soggetto ad evitare o sfuggire tutte quelle situazioni ritenute pericolose, invalidando la vita sociale e lavorativa. Per esempio, un individuo con ansia anticipatoria potrebbe vivere la notizia di un imminente viaggio di lavoro, di piacere come insostenibile.

L'ansia anticipatoria porta la persona ad inventarsi malattie, impedimenti o scuse che se è vero gli procurano un momentaneo sollievo dall'ansia, perché ha evitato il temuto pericolo, a lungo termine questo modo di fare non fa altro che aggravare il disturbo, oltre che condurre ad una profonda insoddisfazione, autosvalutazione e tristezza per aver perso un'occasione lavorativa e non essersi messo in gioco, e per la valutazione della sua risposta ansiosa come un nemico ineluttabile.

Gentile visitatore/visitatrice, se desidera avere maggiori informazioni o chiedere un supporto, può chiamare al 347.0716419, o cliccare su contatti, ricevo a Ciampino e Roma, zona Castro Pretorio.

Chiedi informazioni Stampa la pagina

Dove Siamo