Dott. Antonio di Palma

Home » Dipendenze » Dipendenza e psicoterapia
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Dipendenza e psicoterapia

Il trattamento psicoterapeutico di una dipendenza da sostanza: alcool, eroina, cocaina o, dipendenza da un determinato comportamento, come il gioco d'azzardo, non è mai semplice. Il primo passo è creare una forte alleanza terapeutica, in altri termini un rapporto di fiducia tra terapeuta e cliente, senza concentrarsi necessariamente sulla dipendenza, per evitare di aumentare le resistenze e rendere tutto molto più difficile.

Nella mia esperienza clinica, infatti, mi rendo conto che i suggerimenti sono accolti più facilmente quando si crea un clima di fiducia: quando riesco a sintonizzarmi con il "mondo" del cliente e parlare il suo linguaggio. Tentare di convincere qualcuno a smettere di fare uso di qualcosa che piace facendo leva sul razionale oltre a non essere funzionale, perché considera il comportamento e non la credenza sottostante, aumenta la frustrazione e le ansie addolcite subito dopo da ciò che dà piacere: diventa la tentata soluzione che complica il problema.

Nella terapia individuale l'obiettivo terapeutico è "imparare a gestire meglio la propria vita", e ciò, indirettamente va a cambiare la percezione e la relazione con la sostanza.

Il terapeuta prima si allinea con la percezione dell'interlocutore, poi attraverso il dubbio che silenziosamente agisce come un tarlo, lascia che da solo, l'interessato, scorga lo scenario autodistruttivo riservato a chi conduce quello stile di vita. Con queste manovre, le resistenze non vengono direttamente contrastate, bensì vengono utilizzate come energia che spinge verso la modifica delle reazioni esistenti.

Gentile visitatore visitatrice, se desidera avere maggiori informazioni o chiedere un aiuto può contattarmi ricevo a Ciampino e a Roma.

Chiedi informazioni Stampa la pagina

Dove Siamo