Dott. Antonio di Palma

Home » Disturbi alimentari » Anoressia Nervosa » Anoressia maschile
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Anoressia maschile

L'anoressia da sempre è stata considerata una patologia tipicamente femminile, ma oggi sappiamo che l'anoressia nervosa interessa anche gli uomini.

L'anoressia è uno di quei classici esempi dove la teoria ha determinato cosa osservare, infatti, fino a qualche anno fa anche i criteri diagnostici (DMS IV) erano incentrati solo sulla donna, basti pensare che uno dei più importanti criteri per diagnosticare l'anoressia era l'amenorrea, cioè la mancanza del ciclo mestruale.

L'anoressia maschile, se in questi ultimi anni ha avuto un incremento, questo è dovuto non proprio ad un aumento reale, ma al fatto che gli uomini sono più disponibili, rispetto a un passato recente, a parlarne, anche se permane ancora una maggiore resistenza per una disposizione molto maschile di risolvere i problemi in modo autonomo.

Per quanto riguarda l'anoressia maschile c'è ancora molto da fare, infatti non solo vi è una mancanza di informazioni sull'argomento, ma è anche più difficile riconoscere i segnali per poter intervenire efficacemente con strumenti e strategie adeguate.

Il rischio in cui si può incorrere, è quello di non riuscire a riconoscere tempestivamente i segnali d'allarme o, di fare una diagnosi sbagliata, attuare trattamenti non mirati, che possono favorire il cronicizzarsi del problema.

Gentile visitatore visitatrice, se desidera avere maggiori informazioni o, chiedere un supporto può chiamarmi, ricevo a Ciampino e Roma.

Chiedi informazioni Stampa la pagina

Dove Siamo