Dott. Antonio di Palma

Home » Infanzia e adolescenza » Cyberbullismo
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Cyberbullismo

Che cos'è il cyberbullismo?

Internett è uno strumento in grado di offrire, a chi ne fa uso, grandi opportunità, soprattutto nel campo comunicativo-relazionale ma, nello stesso tempo, espone i giovani fruitori a nuovi rischi legati ad un uso improprio di tale mezzo, tra cui il cyberbullismo, un fenomeno in grande crescita soprattutto fra i teenager.

La continua evoluzione delle tecnologie e dei mezzi di comunicazione, in questi ultimi decenni, ha fatto sì che gran parte della comunicazione si spostasse su di un piano virtuale soprattutto tra i cosiddetti nativi digitali, giovani nati e cresciuti con le nuove tecnologie digitali e quindi maggiormente vulnerabili ai pericoli di un utilizzo improprio di tale tipo di strumenti.

La familiarità dei giovanissimi con i nuovi mezzi di comunicazione non significa essere esperti informatici e conoscitori della rete, inoltre, non gli immunizza dalle conseguenze dannose che possono derivare da un utilizzo non consapevole e critico del Web; ne è una prova tangibile la tendenza e la leggerezza con cui i teenager diffondono informazioni personali sui social network.

Tale mancanza di utilizzo critico dei nuovi media è una delle cause scatenanti dei fenomeni come il bullismo in rete, il cyberbullismo, che presenta molte caratteristiche in comune con il bullismo "off line".

Col termine "cyber" s'intende tutto ciò che ha a che fare con la tecnologia e che è generato da essa; col termine "bullismo" s'intendono comportamenti malevoli ai danni di una persona, che non è in grado di difendersi da sola. Quindi, il cyberbullismo è un comportamento aggressivo, volontario e ripetitivo condotto da un singolo o da un gruppo di persone, attraverso mezzi informatici ai danni di una vittima, per intimorire, molestare, mettere in imbarazzo, far sentire a disagio o escludere.

A differenza del bullismo tradizionale, nel cyberbullismo la vittima è sempre raggiungibile. Non c'è più uno spazio e un tempo in cui la vittima può sentirsi al sicuro. Il cyberbullismo può essere sia diretto che indiretto, quando è diretto vengono utilizzati strumenti di messaggistica istantanea, come sms, mms, chiamate, e-mail che hanno un effetto immediato sulla vittima poiché diretti esclusivamente a lei; mentre nel cyberbullismo indiretto, il bullo utilizza aree pubbliche della rete: social network, blog, forum, dove anche altre persone possono condividere messaggi, foto e video che il bullo pubblica e che molto spesso assumono un carattere di diffusione virale.

Molti studi mettono in evidenza come il cyberbullismo possa avere delle conseguenze molto gravi sulla salute della vittima: difficoltà di concentrazione, ritiro dalla vita sociale (scolastica e personale), aggressività, ansia, depressione e nei casi peggiori arrivare anche al suicidio.

Gentile visitatrice visitatore, se desidera avere maggiori informazioni sul cyberbullismo o, chiedere un aiuto può chiamare al 3470716419 o cliccare su contatti, ricevo a Ciampino e Roma.

Chiedi informazioni Stampa la pagina

Dove Siamo