Dott. Antonio di Palma

Home » Articoli di psicologia » Resilienza
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Resilienza

Eventi negati e dolorosi sono esperienze comuni e normali, infatti, la storia dell'umanità è ricca di esempi di gruppi umani e persone che nonostante abbiamo vissuto condizioni e situazioni di vita altamente sfavorevoli sono stati in grado di far fronte alle avversità e raggiungere un adeguato livello di sviluppo e di adattamento. Per comprendere questi casi in psicologia è stato introdotto il termine resilienza.

La resilienza è un termine preso in prestito dall'ingegneria ed indica la capacità di un materiale di resistere a urti e carichi improvvisi senza spezzarsi. In psicologia e in sociologia la resilienza sta ad indicare la capacità umana e le risorse individuali necessarie per superare le difficoltà della vita con successo, opponendo agli eventi negativi la propria forza interiore e superando situazioni di disagio anche molto gravi, riuscendo a trarne anche degli apprendimenti positivi. Qualcosa di simile a quello che succede quando l'ostrica disturbata dal granello di sabbia che, penetra al suo interno, come reazione produce una particolare secrezione che darà vita ad un oggetto meraviglioso: la perla.

La resilienza, quindi è qualcosa di diverso del semplice ripristino delle condizioni iniziali, a seguito di un evento negativo. La resilienza non si esaurisce nell'apportare una manovra correttiva, ma richiede la capacità del sistema di modificarsi costruendo un nuovo equilibrio funzionale.

Dunque, nonostante la presenza di condizioni sfavorevoli e di fattori di rischio gravi, l'individuo resiliente è in grado di mantenere un buon livello di adattamento psicologico e sociale proprio perché capace di affrontare e superare le avversità in modo efficace.

Quindi non per for forza gli individui che vivono situazioni di forte disagio, familiare, sociale e personale, avranno conseguenze negative che comprometterebbero, in parte o totalmente, la loro vita, portando a situazioni di disadattamento sociale e personale.

La resilienza sembra così essere il risultato dell'interazione tra risorse individuali e aspetti contestuali, i quali possono avere l'effetto di rinforzo positivo o negativo. Il concetto di resilienza costringe dunque a riconsiderare lo studio del rischio in ottica diversa. Infatti, un'analisi che si ponga come unico obiettivo quello di individuare solo le condizioni di rischio non solo non consente di capire la resilienza, ma non considera le potenzialità individuali, le quali possono svolgere un ruolo rilevante. Riassumendo, un importante fattore che media la relazione causale tra eventi traumatici ed esiti psicopatologici è la resilienza, che differenzia gli individui in base alle loro capacità di far fronte alle difficoltà.

Gli interventi terapeutici sono tesi a potenziare le risorse dell'individuo perché questo sia in grado di gestire in modo efficace le situazioni stressanti e uscire rafforzato dalla crisi. L'ipnosi, infatti, può essere estremamente utile, perché partendo dalle caratteristiche personali del soggetto e utilizzando le sue risorse, permette di superare le difficoltà che non si riescono a superare.

Gentile visitatore visitatrice, se desidera avere maggiori informazioni o, chiedere un supporto può chiamare direttamente al 3470716419 o andare su contatti, ricevo a Ciampino e a Roma.

Chiedi informazioni Stampa la pagina

Dove Siamo