Dott. Antonio di Palma

Home » Infanzia e adolescenza » Mutismo selettivo
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Mutismo selettivo

Il mutismo selettivo è un disturbo ansioso infantile caratterizzato da una persistente incapacità da parte del bambino a parlare in determinate situazioni sociali, per esempio la scuola, nelle quali ci si aspetta che si parli.

Il bambino rimane bloccato nel parlare, nonostante non abbia nessuna difficoltà a parlare in altre circostanze e luoghi. Infatti, i bambini che soffrono di mutismo selettivo parlano in modo corretto e appropriato in situazioni dove si sentono a proprio agio, come può essere la casa, i genitori o con altri adulti con i quali hanno confidenza.

Il mutismo selettivo, sebbene si sviluppi prima dei 5 anni, viene riconosciuto in modo chiaro solo dopo questa età, quando il bambino inizia la scuola materna o la scuola elementare, luoghi dove solitamente ci aspetta che i bambini usino il linguaggio verbale.

Di solito i primi sintomi sono caratterizzati dalla timidezza, il rifiuto di parlare in alcune situazioni, un comportamento riservato. Comunque prima che il bambino frequenti la scuola, i genitori e le figure che lo circondano non notano di solito alcun problema significativo nel comportamento relativo al linguaggio, poiché tendono a sottovalutare il mutismo del bambino in età prescolare attribuendolo a caratteristiche del temperamento, a semplice timidezza e comunque ad uno stato transitorio che con il crescere dell'età tenderà a scomparire.

È solo nell'età scolare che questo blocco nel parlare inizia ad allarmare comprensibilmente famiglia e scuola. Nella scuola elementare, infatti, diventano più chiari ed evidenti l'interferenza con gli apprendimenti, l'integrazione e la disparità con i pari. Ne consegue che l'attenzione e la sensibilità al problema da parte degli insegnanti della scuola dell'infanzia diventa un aspetto fondamentale se si considera l'importanza che può avere una diagnosi e un intervento precoce.

I bambini con mutismo selettivo potrebbero avere difficoltà ad affrontare situazioni sociali nuove, sconosciute, che mettono più ansia e paura. Di fronte a questo pericolo percepito la reazione comportamentale di questi bambini è l'evitamento e ritiro fisico e verbale, che se ripetuti nel tempo potrebbero diventare strategie abituali e funzionali al bambino nelle situazioni che provocano in lui particolare ansia.

Gentile visitatore visitatrice, se desidera avere maggiori informazioni o chiedere un consulto, può chiamare al 3470716419 o cliccare su contatti, ricevo a Roma zona Castro Pretorio, e Ciampino.

Chiedi informazioni Stampa la pagina

Dove Siamo