Dott. Antonio di Palma

Home » Dipendenze » Dipendenza da sostanza » Alcolismo » Alcol e ansia
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Alcol e ansia

L'ansia è una sensazione spiacevole, per questo chi la subisce tende solitamente a ridurla. Per ridurre l'ansia si possono adottare diverse strategie o, diversi comportamenti che non sempre sono funzionali, come quello di farsi prescrivere degli ansiolitici dal proprio medico o scoprire che bere bevande alcoliche riduce velocemente il nervosismo e l'agitazione.

L'alcol è una sostanza che ha un effetto deprimente (sedativo) sul nostro sistema nervoso. Esso, infatti, inibisce i sistemi neuronali più attivi, con la conseguenza che le persone più ansiose, quando bevono alcolici, risultano altamente disinibite e socievoli, proprio per queste caratteristiche l'alcol è spesso utilizzato come ansiolitico.

L'alcol il più delle volte è, infatti, utilizzato proprio come automedicazione dell'ansia, infatti, questo è anche il motivo principale della sua notevole diffusione fra i giovanissimi.

L'alcol ha un effetto miracoloso nei confronti dell'ansia. Il punto è che bevendo non si rimuove la causa che determina l'ansia, anzi, se prima di fare uso dell'alcol, il problema era solo quello dell'ansia, dopo poco tempo, che si fa uso di alcol, all'ansia si aggiunge anche il problema della dipendenza, quindi, non ho più un solo un problema, bensì due, l'ansia e l'alcol, con tutti gli effetti collaterali che ne derivano, sia a livello mentale che fisico.

L'alcol è un'automedicazione, nasconde per un po' il sintomo, ma poi quando il suo effetto cessa, l'ansia è ancora lì, e devo nuovamente ricorrere al suo aiuto.

Gentile visitatore/visitatrice, se desidera avere maggiori informazioni o chiedere un supporto, può chiamare al 347.0716419, o cliccare su contatti, ricevo a Ciampino e Roma, zona Castro Pretorio.

Chiedi informazioni Stampa la pagina

Dove Siamo