Dott. Antonio di Palma

  • facebook
Home » Disturbi del sonno » Jet lag
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Jet lag

Sindrome da fusi orari

Ho voluto inserire il jet lag tra i disturbi del sonno, anche se è un disturbo transitorio, perché è caratterizzato da insonnia durante la notte, e da sonnolenza durante il giorno.

Questo avviene perché il nostro organismo ha ritmi e tempi che mal si adattano con quelli offerti dalle tecnologie e reagisce, in caso di un viaggio in aereo di parecchie ore con la cosiddetta sindrome da jet lag.

La Sindrome del Jet-Lag, infatti, interessa particolarmente coloro che, per raggiungere paesi lontani, si spostano in aereo, attraversando in breve tempo molti fusi orari, comportando un'alterazione del sonno, riduzione del rendimento fisico e intellettivo, inappetenza, nausea, disturbi intestinali, nervosismo.

L'intensità dei disturbi da jet lag dipende molto dall'età del soggetto, dal numero di fusi che vengono attraversati (si stima indicativamente che, per ogni fuso orario, ci voglia almeno un giorno per recuperare), dalla direzione del viaggio (è risaputo che i viaggi verso est tendono più frequentemente a indurre tale sindrome, poiché l'organismo umano sembrerebbe più sensibile a un allungamento del fotoperiodo piuttosto che a un suo accorciamento).

Gentile visitatore/visitatrice, se desidera avere maggiori informazioni o chiedere un supporto, può chiamare al 347.0716419, o cliccare su contatti, ricevo a Ciampino, via Fratelli Wright, Roma, zona Castro Pretorio.

Chiedi informazioni Stampa la pagina

Dove Siamo