Dott. Antonio di Palma

Home » Articoli di psicologia » Piromania
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Piromania

Chi è il piromane? È colui che davanti alla vista di un fuoco prova intense ed eccitanti emozioni, così intense da non essere realizzabili in un altro modo.

Il piromane, infatti prima di appiccare il fuoco prova una intensa tensione o eccitazione emotiva, che viene appagata solo dal fuoco; ed è per questo che tende a causare o a osservare incendi che scoppiano nelle proprie vicinanze.

I piromani sono generalmente degli osservatori abituali degli incendi, e non considerano affatto gli effetti dei propri comportamenti: distruzione, annientamento, paura, morte.

Il piromane, infatti, non prende minimamente in considerazione le conseguenze tragiche del proprio comportamento, ma vede nell'incendio solo quello che è meglio per lui.

Inoltre, quando è l'artefice dell'incendio si sente anche il protagonista indiscusso dello "spettacolo": dopo aver appiccato il fuoco partecipa con i soccorritori al suo spegnimento confondendosi tra di loro.

La piromania proprio perché è caratterizzata da una incontrollabile eccitazione e gratificazione emotiva fa parte dei disturbi del controllo degli impulsi e della condotta.

Le cause che scatenano la piromania ancora non sono ben chiare, alcuni studi identificano fattori ambientali e sociali, oltre a cause psicologiche. Si rende comunque necessario indagare nei vissuti emotivi e nella storia di vita del piromane.

Quello che si può dire di certo è che quasi sempre agisce da solo e utilizza tecniche di accensione molto semplici, come l'accendino: La stagione migliore per appagare la sua tensione è quasi sempre l'estate, quando il clima secco favorisce l'innesco e la diffusione del fuoco.

Gentile visitatore/visitatrice, se desidera avere maggiori informazioni o chiedere un supporto, può chiamare al 347.0716419, o cliccare su contatti, ricevo a Ciampino e Roma, zona Castro Pretorio.

Dove Siamo