Dott. Antonio di Palma

Home » Ansia » Dismorfismo corporeo » Dismorfismo corporeo DSM 5
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Dismorfismo corporeo DSM 5

Facendo riferimento alla versione ultima del Manuale Diagnostico Statistico delle Malattie Psichiatriche (DSM-5), il disturbo di dismorfismo corporeo rientra nello spettro del "Disturbo ossessivo complusivo e disturbi correlati" e per emettere una diagnosi differenziale specifica è necessario riscontrare:

Preoccupazione nei confronti di uno o più difetti fisici non oggettivamente rilevabili o trascurabili da parte di altre persone.

Adozione di comportamenti ripetitivi o rituali (guardarsi allo specchio, toccare la parte difettosa, ricercare rassicurazione ecc.) o atteggiamenti mentali (pensieri ossessivi, costante confronto con gli altri, convinzione di essere osservato e giudicato ecc.) in risposta alla preoccupazione per il difetto fisico

Difetto fisico oggetto della preoccupazione diverso dal peso corporeo/massa grassa (in questo caso, è probabile la presenza di un disturbo del comportamento alimentare)

La consapevolezza che il difetto lamentato sia in realtà minimo o inesistente può essere nulla, parziale o elevata, ma ciò non incide sul grado di penetrazione dei pensieri/comportamenti ossessivi nella vita quotidiana.

Gentile visitatore/visitatrice, se desidera avere maggiori informazioni o chiedere un supporto, può chiamare al 347.0716419, o cliccare su contatti, ricevo a Ciampino e Roma, zona Castro Pretorio.

Chiedi informazioni Stampa la pagina

Dove Siamo