Dott. Antonio di Palma

Home » Sessualità » Polluzione notturna
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Polluzione notturna

L'eiaculazione notturna

Almeno una volta, è capitato nella vita di un uomo, soprattutto durante l'adolescenza, che appena sveglio, si è accorto di essere bagnato per aver avuto un'eiaculazione notturna.

L'eiaculazione notturna viene definita polluzione notturna ed è un fenomeno del tutto naturale e benefico, che sta ad indicare, soprattutto durante lo sviluppo puberale, che si sta crescendo e che si sta maturando sessualmente.

La polluzione notturna, quindi, è un fenomeno fisiologico del tutto normale grazie al quale il nostro corpo va a liberarsi dello sperma prodotto e non rilasciato, anche allo scopo di rinnovare lo sperma contenuto nel corpo.

Le polluzioni notturne avvengono durante il sonno e sono spesso conseguenza di sogni erotici. Lo sperma durante il sonno fuoriesce senza che il ragazzo se ne renda conto.

Non c'è un'ora precisa in cui una polluzione si verifica, può avvenire all'inizio della notte, a metà o alla fine. Non c'è nulla di cui vergognarsi, è un fenomeno del tutto naturale che si verifica in tutti i ragazzi, anche se spesso può essere accompagnata da un senso di imbarazzo e di colpa.

In caso di astinenza sessuale e di assenza di masturbazione, le vescicole seminali si riempiono di liquido spermatico, così un sogno erotico, una scena vista in TV, un racconto piccante, la vista di una bella ragazza, stimolano il pensiero che tramite il cervello e il sistema nervoso innesca le eiaculazioni notturne.

Per concludere vorrei citare quanto affermava S. Agostino a riguardo: "Nessuno è padrone che entrino o non entrino i pensieri nella propria mente".

Gentile visitatore/visitatrice, se desidera avere maggiori informazioni o chiedere un supporto, può chiamare al 347.0716419, o cliccare su contatti, ricevo a Ciampino e Roma, zona Castro Pretorio.

Chiedi informazioni Stampa la pagina

Dove Siamo