Dott. Antonio di Palma

Home » Dipendenze » Craving
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Craving

Se hai una dipendenza e non riesci a smettere, devi sapere che è tutta colpa del craving, ma che cosè il craving?

Per Craving si intende il desiderio irrefrenabile di assumere una sostanza come l'urgenza di bere, o di mettere in atto un comportamento gratificante, per esempio, mangiare, fare sesso, giocare d'azzardo, fare shopping, andare su internet, lavorare e via dicendo.

Il craving è considerato la caratteristica essenziale della dipendenza sia essa associata all'uso di una sostanza psicoattiva, o ad attività comportamentale senza sostanza, ovvero, non ci può essere dipendenza patologica senza craving.

Infatti, dal punto di vista diagnostico il craving viene valutato come il sintomo più importante della dipendenza, il motore che spinge il consumatore verso la ricerca compulsiva di una sostanza o di un comportamento.

La tensione legata al craving, in genere, si rende manifesta e descrivibile soprattutto nel momento in cui si crea un impedimento, un'assenza verso l'oggetto stesso della nostra dipendenza. Desiderio che, se non soddisfatto, provoca sofferenza fisica e psichica, accompagnata da astenia, anoressia, ansia e insonnia, irritabilità, aggressività, depressione o iperattività.

Gentile visitatore/visitatrice, se desidera avere maggiori informazioni o chiedere un supporto, può chiamare al 347.0716419, o cliccare su contatti, ricevo su appuntamento a Ciampino, via Fratelli Wright, e Roma, zona Castro Pretorio.

Chiedi informazioni Stampa la pagina

Dove Siamo