Dott. Antonio di Palma

Home » Sessualità » La sessualità maschile
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

La sessualità maschile

La sessualità maschile è stata influenzata dalle trasformazioni socioculturali che si sono succedute dagli inizi degli anni 70' del secolo scorso ad oggi. Qusti cambiamenti hanno avuto come conseguenza un incremento delle disfunzioni sessuali maschili.

I problemi sessuali, infatti, sono in grande aumento, perché gli uomini rispetto al passato, devono confrontarsi maggiormente con le aspettative e le attese della donna.

Nell'immaginario maschile, ha acquistato maggior peso il bisogno di soddisfare sessualmente una donna e questo vissuto è obbligatoriamente legato all'erezione.

La maternità non è più il nucleo centrale indiscusso della sessualità femminile, e per le donne si è aperta l'area del piacere e del protagonismo relativo alla propria autorealizzazione; quindi le donne hanno una maggiore consapevolezza di provare piacere e di allungare i tempi del rapporto sessuale, ciò ha provocato negli uomini una serie di problematiche.

L'ansia da prestazione accresciuta dalla pressione della donna, è spesso la causa immediata della disfunzione erettile, semplicemente perché è fisiologicamente impossibile per un uomo avere un'erezione o mantenerla, quando a causa dell'ansia, il suo organismo produce noradrenalina in grande quantità.

Il sesso, dunque, per molti uomini è diventato un banco di prova, un esame da superare, e questo a svantaggio del rapporto stesso, che per essere soddisfacente dovrebbe manifestarsi in modo spontaneo.

Gentile visitatore/visitatrice, se desidera avere maggiori informazioni o chiedere un supporto, può chiamare al 347.0716419, o cliccare su contatti, ricevo su appuntamento a Ciampino, via Fratelli Wright, e Roma, zona Castro Pretorio.

Dove Siamo