Dott. Antonio di Palma

Home » Sessualità » La sessualità femminile » Le disfunzioni sessuali femminili
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Le disfunzioni sessuali femminili

Premessa:"Poco importa se una donna è bella oppure è brutta, per ottenere il meglio da una donna bisogna lasciare che sia responsabile delle proprie scelte".

La sessualità femminile e quella maschile anche se presentano importanti somiglianze dal punto di vista anatomico e fisiologico, sono differenti per quanto riguarda gli aspetti psicologici, perché nella sessualità femminile subentra una più massiccia influenza delle componenti psicosociali.

In base al momento in cui si verifica l'evento o percezione sgradevole che impedisce il normale funzionamento sessuale, possiamo distinguere tra:

  • I disturbi della fase del desiderio.
  • I disturbi della fase dell'eccitazione.
  • I disturbi della fase dell'orgasmo.
  • I disturbi caratterizzati da dolore.

Tutti questi disturbi possono verificarsi fin dalle prime esperienze sessuali, oppure comparire in un momento successivo della vita, per difficoltà di tipo relazionale, o legate a una particolare fase evolutiva (es. menopausa), in seguito a eventi o esperienze negative, o ancora a malattie o interventi chirurgici che in qualche modo hanno causato delle difficoltà a livello psicologico.

L'elemento fondamentale per una corretta diagnosi di disturbo sessuale è la nozione di personal distress, il che significa, che è importante il vissuto personale che una donna ha del suo disagio. Infatti, il disagio, la frustrazione, il vissuto negativo non è uguale per tutte le donne, e questo dipende dal valore, dall'importanza che ogni donna attribuisce a un determinato disturbo sessuale.

Inoltre, le disfunzioni sessuali femminili possono spesso presentarsi insieme: per esempio, un disturbo del desiderio può convivere con un disturbo dell'eccitazione o dell'orgasmo.

Cause delle disfunzioni sessuali e trattamento

La terapia sessuologica deve dare la stessa importanza a corpo, mente, relazioni e contesto. Infatti, quando si parla di eziologia delle disfunzioni sessuali, occorre sempre tener presenti gli aspetti fisiologici, psicologici, relazionali e culturali, non solo nelle loro singolarità, ma soprattutto nelle loro interazioni
reciproche.

Infatti, per comprendere e risolvere un problema sessuale, il terapeuta deve occuparsi non solo dei problemi di funzioni e di organi, ma deve guardare agli aspetti psicologici, sociali, familiari dell'individuo, fra loro interagenti e in grado di influenzare l'evoluzione della disfunzione sessuale. Il trattamento dovrà, quindi, tener conto di tutte le variabili coinvolte nel sintomo.

Gentile visitatore/visitatrice, se desidera avere maggiori informazioni o chiedere un supporto, può chiamare al 347.0716419, o cliccare su contatti, ricevo su appuntamento a Ciampino e Roma, zona Castro Pretorio.

Chiedi informazioni Stampa la pagina

Dove Siamo