Dott. Antonio di Palma

Home » Sessualità » La sessualità maschile » Disfunzione erettile » Le cause della disfunzione erettile
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Le cause della disfunzione erettile

Quali possono essere le cause psicologiche della disfunzione erettile?

Per risalire alle possibili cause del disturbo dell'erezione, il colloquio clinico con il soggetto che manifesta il problema, rimane l'unico strumento di conoscenza valido per indagare sul contesto biologico, personale, relazionale e sociale che ha portato alla disfunzione erettile.

Tra le cause psicologiche della disfunzione erettile vi possono essere:

  • Paura dell'insuccesso: se un uomo, durante un rapporto sessuale, ha avuto una occasionale perdita di erezione o mancata erezione, può succedere che dal quel momento in poi, inizi a preoccuparsi per ulteriori eventuali défaillance e a volersi mettere alla prova, per verificare di non avere qualche problema di impotenza: è proprio questo mettersi alla prova che attiva, a ogni successivo rapporto sessuale, l'ansia da prestazione che inevitabilmente interferirà con l'avere una buona sessualità, realizzando esattamente proprio quello che l'uomo cercava di evitare.
  • Paura di essere abbandonato o di non essere amato: in base alla prestazione sessuale.
  • Incapacità a lasciarsi andare alle proprie sensazioni corporee. È utile ricordare che una dimensione specifica che affligge molti uomini con una disfunzione erettile è l'alessitimia, ovvero la difficoltà a identificare e a comunicare le proprie emozioni.
  • Mancanza di coinvolgimento: stimoli sessuali inadeguati o scarsi possono non consentire un'adeguata eccitazione.
  • Eccessivo coinvolgimento: essere eccessivamente coinvolti a livello emozionale o in presenza di una nuova partner può aumentare l'ansia da prestazione con probabilità di mancata erezione.
  • Giovani uomini alle loro prime esperienze sessuali.
  • Eventuali situazioni stressanti: episodi, emotivamente forti, negativi ma anche positivi, precedenti alla manifestazione del disturbo possono incidere negativamente sulla sessualità.
  • Convinzioni errate: credenze individuali e sociali errate che comportano un aumento dell'ansia da prestazione (per esempio: l'uomo deve subito avere un'erezione oppure che durante la penetrazione non deve esserci mai un calo di erezione; e che per le donne è più importante la prestazione piuttosto che l'espressione di affetto e interesse come a mostrare che nel sesso la prestazione è più rilevante del piacere.
  • Uomini che si trovano a vivere una nuova relazione dopo la fine di un matrimonio o di una convivenza.
  • Il disturbo erettile può presentarsi come copertura di un originario disturbo di eiaculazione precoce.

Gentile visitatore/visitatrice, se desidera avere maggiori informazioni o chiedere un supporto, può chiamare al 347.0716419, o cliccare su contatti, ricevo su appuntamento a Ciampino, via Fratelli Wright, e Roma, zona Castro Pretorio.

Chiedi informazioni Stampa la pagina

Dove Siamo