Psicologo-psicoterapeuta

  • facebook
Home » Sessualità » La sessualità maschile » La satiriasi
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

La satiriasi

Quando il troppo sesso fa male.

Che cos'è la satiriasi o satirismo? È un altro modo, un po' più arcaico, per indicare una dipendenza dal sesso. Nelle donne, l'equivalente della satiriasi è la ninfomania.

Con il termine satiriasi si fa riferimento a un uomo con una accentuata ipersessualità. Solitamente, la satiriasi si manifesta con un impulso patologico ad avere rapporti sessuali in qualunque luogo e con qualsiasi donna, o con una masturbazione compulsiva, esponendo il soggetto a situazione di esibizionismo o di voyeurismo.

Anche dopo aver raggiunto l'orgasmo, il soggetto che ne soffre non si sente mai appagato. Di conseguenza, egli ha bisogno di cercarsi una nuova partner sessuale per tentare di soddisfare la sua pulsione sessuale: l'atto sessuale viene praticato non per provare piacere o per riprodursi, ma semplicemente per placare l'ansia.

Il risultato è una dipendenza analoga a quella che si può avere per un qualsiasi altro tipo di dipendenza comportamentale o dipendenza da sostanza.

Nella satiriasi si può andare incontro alla completa perdita delle inibizioni e alla scarsa considerazione della partner, che viene svalutata a semplice oggetto sessuale.

La satiriasi oltre a compromettere i rapporti affettivi e relazionali, ha come altre conseguenze negative: scarsa concentrazione, ridotte capacità cognitive, stress, stanchezza cronica, disturbi del sonno e così via.

Gentile visitatore/visitatrice, se desidera avere maggiori informazioni o chiedere un supporto, può chiamare al 347.0716419, o cliccare su contatti, ricevo su appuntamento a Ciampino, via Alessandro Guidoni, Roma, zona Castro Pretorio.

Chiedi informazioni Stampa la pagina

Dove Siamo

Roma
Ciampino