Psicologo-psicoterapeuta

  • facebook
Home » Ansia » Disturbo Ossessivo Compulsivo » L'ossessione di lavarsi le mani
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

L'ossessione di lavarsi le mani

E' saggio, soprattutto in piena pandemia Covid 19, stare attenti a non toccare o lavarsi dopo aver toccato qualcosa, ma è poco sano lavarsi per ore nel dubbio di aver toccato qualcosa di sporco e dopo essersi lavati a lungo, dubitare ancora di non essersi lavati abbastanza ed essere quindi costretti a lavarsi di nuovo.

Nella mia esperienza clinica ho avuto modo di seguire diversi casi di persone con un disturbo ossessivo compulsivo, che aveva come oggetto il lavarsi le mani decine e decine di volte al giorno, al punto da provocarsi delle escoriazioni e averle doloranti e irritate per l'azione del detersivo e per il continuo sfregamento.

Solitamente, questo comportamento è la conseguenza di una esagerata preoccupazione di venire infettati dai germi. Ma lavarsi le mani di continuo non riduce affatto il rischio di contrarre le malattie, anzi aumenta la probabilità di contrarre un'infezione, proprio a cause delle tante screpolature presenti sulle mani.

Oltre al fatto, che in questi casi, l'eccessiva frequenza dei lavaggi occupa quasi sempre molta parte della giornata e quindi interferisce con altri aspetti del vivere quotidiano: lavoro e rapporti interpersonali.

La terapia strategica per il trattamento del disturbo ossessivo compulsivo di lavarsi le mani si basa sull'utilizzo di stratagemmi comportamentali associata a una comunicazione persuasiva che trae fondamento anche dall'ipnosi ericksoniana.

Attraverso delle tecniche specifiche, come la prescrizione del comportamento, del sintomo e del paradosso si conduce il soggetto a utilizzare le proprie risorse e i propri strumenti in maniera diversa e costruttiva.

La strategia terapeutica adottata viene confezionata su misura sul paziente, dopo che si è ascoltato e capito come si è formato il sintomo, come ci si percepisce a livello interpersonale, per mettere a punto l'intervento più adatto alla soluzione del problema.

In breve, l'obiettivo specifico della psicoterapia strategica per il disturbo ossessivo compulsivo è dare fiducia al soggetto, mentre l'obiettivo generale è fare in modo che si aiuti da solo.

Gentile visitatore/visitatrice, se desidera avere maggiori informazioni o chiedere un supporto, può chiamare al 347.0716419, o cliccare su contatti, ricevo su appuntamento a Ciampino, via Alessandro Guidoni, e Roma, zona Castro Pretorio.

Chiedi informazioni Stampa la pagina

Dove Siamo

Roma
Ciampino