Dott. Antonio di Palma

Home » Psicoterapia » Psicoterapia Strategica
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Psicoterapia Strategica

La Psicoterapia Paradossale

La psicoterapia Strategica, detta anche psicoterapia paradossale, è un intervento terapeutico, solitamente breve, orientato all'eliminazione dei sintomi e alla risoluzione del problema presentato dal cliente.

La psicoterapia strategica non si focalizza sull'analisi del profondo, ma su come le persone si rapportano alla realtà, o meglio, su come ognuno di noi si relaziona con se stesso, con gli altri e con il mondo. Ognuno di noi attribuisce dei significati alle cose, costruisce la sua realtà, che poi subisce.

Per l'approccio strategico il comportamento sintomatico può essere compreso e modificato solo quando è inserito nel contesto dove ha origine. Quindi, avere informazioni utili sul contesto della persona che presenta il problema, è un elemento essenziale per attuare un intervento terapeutico efficace.

L'approccio strategico deve tanto al modo di operare concreto di Milton Erickson, e al contributo di vari autori come J. Haley, P. Watzlawick, Don D. Jackson, S. De Sharez, G. Bateson.

L'approccio strategico fonda la sua idea sull'osservazione che ogni persona è un "essere unico e irripetibile" con proprie esperienze personali e propri modi di percepire ed elaborare la realtà che lo circonda, per cui anche le strategie di intervento dovranno essere adattate alla persona e alla sua esperienza di vita.

La psicoterapia strategica fu definita da J. Haley un intervento terapeutico nel quale lo psicoterapeuta "si assume la responsabilità di influenzare direttamente le persone".

Per l'approccio strategico il problema è costituito da un meccanismo fatto di azioni e retroazioni, innescato e mantenuto nel tempo dalle "tentate soluzioni" utilizzate dalla persona per risolvere il disturbo e/o i sintomi, che piuttosto che risolvere il problema, lo accrescono. L'azione terapeutica strategica sta nei processi comunicativi, che consentono al paziente di elaborare i propri schemi rappresentazionali con i quali legge se stesso, gli altri e il mondo. Il focus della terapia diviene per tanto l'osservazione di tali schemi e di come essi rinforzano e mantengono il problema nel ciclo delle interazioni ripetute nel tempo.

L'efficacia della terapia strategica è data dall'uso di diverse strategie: l'ipnosi, la prescrizione del comportamento ovvero la prescrizione del sintomo, la ristrutturazione, il training autogeno, il training autogeno respiratorio (RAT), la comunicazione efficace e indiretta, il dialogo strategico e la programmazione neurolinguistica (PNL).

Lo psicoterapeuta strategico, con tutte queste tecniche tramite un numero contenuto di sedute, dimostra al soggetto la possibilità di attuare dei cambiamenti efficaci e duraturi, e di individuare le proprie risorse, lavorando nel qui ed ora, senza andare a cercare le cause del problema scavando nel passato.

La terapia strategica. in breve, rappresenta una rivoluzione nel campo della psicoterapia fornendo alle persone una effettiva e rapida soluzione dei problemi, dimostrando che problematiche e sofferenze complicate, non richiedono soluzioni di intervento ugualmente lunghe nel tempo.

Gentile visitatore visitatrice, se vuole saperne di più o, chiedere un supporto può chiamare al 3470716419, o cliccare su contatti, ricevo a Ciampino e a Roma.

Chiedi informazioni Stampa la pagina

Dove Siamo