L’ ossessione di essere omosessuale fa parte dei disturbi ossessivi compulsivi. Questa ossessione consiste nel temere e nel bisogno di essere rassicurati continuamente rispetto al non essere gay.

Le ossessioni consistono in una serie di pensieri indesiderati, impulsi o immagini che, senza nessun controllo, affiorano alla coscienza e fanno sprofondare in una profonda angoscia.

Il soggetto, quindi, cerca di tenere lontano queste idee mettendo in atto una serie di strategie mentali e comportamentali che non risolvono assolutamente il sintomo ma, paradossalmente, lo rinforzano.

Chi è ossessionato dal dubbio di essere omosessuale ha anche un certo bisogno di sapere per certo che non lo è, e fa di tutto per dimostrare a se stesso che è attratto dalle donne.

Ma sono proprio questi tentativi, per eliminare ogni dubbio sulla propria omosessualità, che rafforzano maggiormente la sua paura.

Il timore di essere omosessuale condiziona profondamente la vita. Non è raro trovare persone che cercano di evitare ambienti frequentati da gay, rinunciare a conversazioni ed evitare qualsiasi contatto fisico.

Il trattamento psicologico di questa problematica, consiste nel bloccare tutto quello che la persona ha fatto fino a quel momento per eliminare ogni dubbio. Infatti, questi comportamenti più che eliminare il dubbio e di dare la certezza di non essere omosessuali la incrementano.

Gentile visitatore/visitatrice, se desideri avere maggiori informazioni o chiedere aiuto puoi chiamare al 3470716419 o cliccare su contatti, ricevo su appuntamento a Ciampino, via Alessandro Guidoni, Roma, zona Castro Pretorio.

Dove Siamo

Ciampino

Roma